Blog

Abiti da sposo uomo 2020: tutto quello che c'è da sapere

Abiti da sposo uomo 2020: tutto quello che c'è da sapere

Abiti da sposo uomo 2020: tutto quello che c'è da sapere per un matrimonio indimenticabile e pieno di stile. Dal taglio più classico ai modelli delle ultime sfilate primavera estate, non c'è che l'imbarazzo della scelta.

Abiti da sposo uomo 2020: le regole del bon ton

In linea generale, esistono delle regole nella scelta dell'abito per lui: se la cerimonia è di mattina ed è informale, si può optar per un abito classico tre pezzi.

Abiti da sposo uomo 2020 per cerimonie formali serali dopo le 180:00, è consentito il tight, obbligatorio se la sposa indossa un abito lungo con strascico e velo; mentre per quelle più impegnative, che si svolgono dopo il tramonto, si può osare anche lo smoking oppure il frac. Tutte queste alternative sono disponibili in ogni negozio abbigliamento uomo di livello. 

Oltre al tight, che è tradizionalmente composto da giacca ad un solo bottone con code lunghe, camicia bianca e gilet doppio petto (completato da plastron e gemelli e, per le cerimonie più sofisticate da cilindro, bastone e guanti), c'è anche il mezzo tight con giacca senza coda, gilet doppiopetto o monopetto e la camicia con collo diplomatico (da completare con cravatta o papillon), ma se lo indossa lo sposo, il galateo dice che devono farlo anche testimoni, fratelli e il padre di lui e, a volta, l'obbligo si estende anche agli invitati.

 abiti-da-cerimonia-uomo-napoli

Tight, Frac o smoking? Differenze tra gli abiti da cerimonia  

Sebbene siano considerati entrambi molto eleganti, frac e smoking non sono esattamente la stessa cosa. Entrambi sono abiti da usare esclusivamente la sera, ma prevedono una deroga: il frac può essere indossato di giorno se sull'invito è indicato "cravatta bianca" ("cravatta nera invece richiede lo smoking) mentre lo smoking è diurno solo nella sua variante con giacca bianca.

Il frac è quello più antico dei due (fino al 1880 era l'unico abito elegante da uomo), ha una giacca ad un solo petto con rever di seta, che si apre a coda di rondine, a cui vanno abbinati pantaloni dalla linea classica, bretelle e panciotto. Va inoltre completato da papillon, fazzoletto nel taschino e fiore all'occhiello. 

Lo smoking deve il suo nome al capo da cui trae origine, ovvero la "smoking jacket": una veste da camera che gli uomini indossavano nelle stanze per fumatori, per preservare gli abiti dall'odore del tabacco. Negli USA viene chiamato tuxedo, dal nome del club del New Jersey in cui apparve per la prima volta nel 1886. 

La giacca può essere monopetto con un solo bottone o doppio petto con due bottoni utilizzabili e due di bellezza, revers ricoperti di seta a scialle oppure a lancia, rigoroamente senza spacchi. I pantaloni devono essere neri e dello stesso tessuto, di taglio dritto e senza risvolto, ma devono portare una sottile banda di seta nera lungo le cuciture esterne delle gambe  e devono essere retti da due bretelle, che devono rimanere assolutamente invisibili. L'abito si completa con panciotto o fascia e papillon.

Abiti da sposo uomo 2020: classico o contemporaneo?

L'abito da sposo classico è, tradizionalmente, blu a tre pezzi: giacca, pantalone e gilet. Negli utimi anni tra i colori classici rientrano anche il nero ed il grigio scuro. L’abito da sposo contemporaneo è sicuramente più originale, sia per foggia che per tessuti. Molto diffusi negli ultimi tempi sono quelli damascati, tono su tono oppure a colori contrastanti, adatti a chi non ha paura di osare. Più discreti sono  sicuramente l' abito sposo coreano e le giacche lunghe a marsina.

E per l' abito uomo invitato matrimonio ? In mancanza di un dress code specifico, si può fare affidamento sul proprio gusto e su un buon negozio di abiti da cerimonia uomo Napoli

manna-articolo-blog-1

Image

Via Camaldoli 13 - Qualiano 80019

Tel: 0810156422

info@mannagroup.it

P.Iva : 05251520630